Abbigliamento femminile: gli eccessi da evitare

Abbigliamento femminile: gli eccessi da evitare

I quattro eccessi da evitare nell’abbigliamento femminile.

Troppo corto: è adatto solo alle teenager o alle donne con gambe perfette. Come analizzato precedentemente nelle sezioni come presentarsi a un appuntamento, abbigliamento in ufficio e conoscere i genitori, è sempre sconsigliato:

  • Al primo appuntamento, dove è meglio evitare di attirare troppi sguardi maschili e mettere in difficoltà il proprio partner.
  • Per andare al lavoro, dove le gonne troppo corte, ispirando seduzione, male si adattano ad un ambiente serio e professionale.
  • Per conoscere i futuri suoceri, dove gli abiti devono essere puliti e dal taglio rassicurante, evitando nel modo più assoluto lunghezze ridotte e spacchi eccessivi.

Troppo alto: i tacchi vertiginosi, e comunque superiori ai 9 centimetri, sono scomodi e pericolosi per le caviglie. Sono da riservare alle serate speciali e, possibilmente, da evitare nella vita di tutti i giorni.

Troppo monotono: l’eleganza di una donna è data, anche, dalla possibilità di cambiare spesso look. Rimanere vincolati ad un tipo di abbigliamento contribuisce a farci apparire persone noiose o, peggio ancora, maniacali.

Troppo giovanile: i capi di abbigliamento scoloriti, sformati, bucati sono adatti solo alle giovanissime. Da evitare, nel modo più assoluto, dopo i trent’anni.

Mariarita.

Abbigliamento femminile: gli eccessi da evitare

Foto dal web

 


 Da ricordare
Il brunch
Il brunch dovrebbe essere, tradizionalmente, riservato alla domenica o ai giorni festivi.

 Non si fa
Al ristorante
I bambini non dovrebbero mai essere rimproverati davanti agli altri, in quanto la situazione di disagio creata finirebbe per incrementarsi ulteriormente, con il rimprovero del genitore.