Galateo, tavoli e dimensioni

Galateo, tavoli e dimensioni

Le dimensioni minime, e quelle ideali, dei tavoli da pranzo.

A tavola, in base al galateo, ogni commensale deve avere a disposizione almeno 60-70 cm, il che significa che il tavolo da pranzo dovrà avere delle dimensioni ben precise.

Un tavolo rettangolare, ad esempio, destinato a 6 commensali, dovrà misurare almeno 60 x 120 cm, anche se le dimensioni consigliate saranno, normalmente, superiori, sia in lunghezza che larghezza. In casi eccezionali lo spazio a disposizione può essere ridotto, anche se non si dovrebbe mai scendere sotto i 55 cm.

Vediamo alcuni esempi:

Num. commensali Dimensioni minime
4 60 x  60
6 60 x 120
8 60 x 180
10 60 x 240
12 120 x 240

Per quanto riguarda le dimensioni di un tavolo circolare, invece, la misurazione si basa sulla lunghezza della circonferenza: poiché, per ogni commensale, devono esserci a disposizione almeno 60 cm, la circonferenza di un tavolo per 6 persone, ad esempio, dovrà essere almeno 360 cm e, tenendo conto che la circonferenza di un cerchio si calcola come diametro x 3,14, il diametro minimo del tavolo risulterà essere 114,64 cm . Anche in questo caso, ovviamente, sarà preferibile scegliere dimensioni superiori, per una maggiore comodità dei commensali.

Nella tabella sono rappresentati altri casi:

Num. commensali Circonferenza minima Diametro minimo calcolato Diametro minimo arrotondato
4 240 76,43312102 80
6 360 114,6496815 120
8 480 152,866242 160
10 600 191,0828025 200
12 720 229,2993631 230

Nella realtà, noterete che, su grandi dimensioni, la lunghezza del diametro dei tavoli rotondi sarà quasi sempre inferiore a quella minima, obbligando i commensali a spazi più stretti: questo perché il tavolo rotondo tende a dilatare la distanza degli ospiti con l’aumentare della circonferenza.

Prendiamo il caso di un tavolo per 8 commensali, di dimensioni minime: usando una soluzione rettangolare, come quella indicata in figura, avremo che un commensale (per esempio C2) potrà dialogare agevolmente con C1, C3 e C5 (a distanza 60 cm) ma anche con C4 e C6 (a distanza di 85 cm circa).

Galateo, tavoli e dimensioni: rettangolare

Nel caso di disposizione circolare invece, con un tavolo di 160 cm di diametro, un commensale (per esempio C1) potrà parlare agevolmente solo con C2 e C8, mentre la comunicazione con C3 e C7 sarà già più difficoltosa, a causa della distanza quasi doppia; sarà, invece, molto problematico dialogare con gli ospiti C4, C5 e C6 che siedono di fronte.

Galateo, tavoli e dimensioni: rettangolare

Tenendo conto che lo scopo di un pranzo, per il galateo, è la convivialità, come descritto nell’interessante articolo “Perché un tavolo rotondo non è necessariamente più conviviale di uno imperiale” di  Giorgia Fantin Borghi (vi consigliamo caldamente di leggerlo), i tavoli rotondi non sono proprio il massimo da questo punto di vista.

Mariarita.

Galateo, tavoli e dimensioni

Foto dal web

 


 Da ricordare
Accessori femminili
Cappello: a differenza dell’uomo, può essere sempre tenuto, anche in un luogo chiuso o in chiesa (dove, anzi, è tradizione che una donna non entri a capo scoperto); si consiglia di toglierlo a teatro e al cinema, per non arrecare disturbo agli altri spettatori.

 Non si fa
Altre forme di saluto
Mentre si stringe la mano con la destra, non afferrare mai l’avambraccio dell’altra persona con la sinistra. Un tempo il gesto indicava una garanzia di protezione verso un suddito o un inferiore di grado, ma in epoca moderna non ha più alcun significato.