Nei locali pubblici

Regole di comportamento nei locali pubblici.

  1.  Quando si è in coppia, l’uomo precede sempre la donna in entrata e le cede il passo in uscita.
  2. Quando l’uomo precedere la donna, lo deve sempre fare con naturalezza e senza affanno.
  3. Nell’ambito di un gruppo, uno a caso degli uomini precede sempre tutte le donne. E’ un retaggio dell’antichità, in cui i locali pubblici (osterie, taverne) erano mal frequentati. Questa accortezza è particolarmente valida per ristoranti o locali sconosciuti.
  4.  Nei locali pubblici, come sui mezzi, prima si lasciano uscire le persone all’interno e poi si entra; nel caso in cui all’esterno ci sia cattivo tempo, tuttavia, é buona educazione cedere il passo alle persone che attendono fuori. Si concede sempre la precedenza ad entrare, inoltre, anche nei seguenti casi:
    • Quando un uomo si trova all’interno e deve entrare una signora.
    • Quando un giovane si trova all’interno, mentre all’esterno attende un anziano.
    • Quando deve fare ingresso una persona in seria difficoltà.
  5. Le persone a cui è stato ceduto il passo, sono tenute, sempre, a ringraziare (anche solo con un cenno di cortesia).
I consigli del gufetto saggio
Il motivo per cui si entra nei locali pubblici solo dopo aver fatto uscire le persone all’interno, ha una motivazione essenzialmente pratica: lo scopo è quello di fare spazio dentro al locale, senza affollarne l’ingresso.

Nei locali pubblici

Foto dal web



Argomenti correlati:

 


RECENSIONI
I migliori libri di galateo e le guide più autorevoli al matrimonio, consigliati da Maison Galateo.

Le recensioni di Maison Galateo


IN PRIMO PIANO
recensione_abito_da_sposa   recensione_matrimonio_da_sogno   recensione_abito_dei_sogni   recensione_il_tovagliolo_va_a_sinistra   


 Da ricordare
Al bar
Nell'atto di consumare il caffè, se ci si allontana dal bancone, la tazzina deve essere tenuta appoggiata sul piattino, esattamente come per il caffè preso in casa.

 Non si fa
Il comportamento a tavola
Non distendere le gambe, per non disturbare il commensale che si trova di fronte.