Sotto la pioggia

Regole da seguire,  per comportarsi educatamente in caso di pioggia.

L’ombrello, indispensabile oggetto nelle giornate uggiose o ancor di più per quelle in cui piove a dirotto, si pensa sia nato in Oriente moltissimo tempo fa e che addirittura fosse già in uso presso gli antichi Egizi. Serviva anche a proteggersi dal sole e la sua etimologia deriva infatti proprio dalla parola ‘ombra’.

  1. Ogni signora che si rispetti, quando piove, oltre l’ombrello, è sempre bene che abbia con sé il trench (o l’impermeabile) ed una gonna (se non si scelgono i pantaloni) che consenta di indossare un paio di stivali lunghi.
  2. L’ombrello non è un’arma, serve solo ed esclusivamente per proteggersi dalla pioggia: si cammina dunque a testa alta, guardando sempre davanti a sé (anche per poter veder cosa accade intorno a noi! ).
  3. Relativamente all’uso dell’ombrello, valgono le regole generali del galateo: le donne, gli anziani e le persone di rango superiore hanno sempre la precedenza; quando si incrociano due persone con l’ombrello, quella che per età o ceto sociale deve deferenza all’altra, solleva o sposta di lato il proprio.
  4. Un uomo accompagni una signora, in un giorno di pioggia, deve sempre reggerle l’ombrello, con naturalezza e facendo in modo di ripararla il più possibile.
  5. Quando piove, un uomo con l’ombrello che incontri una signora senza ombrello, può chiederle, senza offenderla, di accompagnarla: se accetta, le si pone alla sinistra e la ripara quanto più gli è possibile.
  6.   A teatro non si entra mai con l’ombrello.
  7.   Fare attenzione, quando si apre o si chiude l’ombrello (grande o piccolo che sia), a non schizzare e a far male chi ci sta vicino.sotto_la_pioggia
  8.   Se si sale su un mezzo pubblico, in piedi o seduti, tenere sempre l’ombrello chiuso accanto a noi; se si cammina, tenerlo un po’ sollevato e infine, quando si arriva a destinazione, aprire l’ombrello solo dopo essere scesi.
  9.   Evitare di poggiare l’ombrello dove capita, a casa o nei negozi, ma riporlo sempre  negli appositi portaombrelli. Non poggiare mai l’ombrello fradicio su sedie o sedili: chi vi siederebbe in un secondo momento, finirebbe inevitabilmente col bagnarsi, trovandosi in situazioni molto imbarazzanti.
  10.   Se per strada, a piedi, si viene schizzati, non bisogna assolutamente alterarsi: è indubbiamente spiacevole, ma non è poi una cosa così grave.
  11.   Non ci si butta mai nelle pozzanghere, rischiando, oltre che di bagnarsi, di bagnare anche chi ci sta vicino (regola valida soprattutto per i bambini).
  12. In auto è bene rallentare in prossimità del marciapiede e dei pedoni, per evitare di infradiciarli.
  13.   Se si è al volante di un auto e qualcuno ci urla contro (nonostante la nostra massima attenzione a non schizzare nessuno), non rispondere mai ai turpiloqui, facendo finta di nulla.
  14. Quando si porta fuori il cane, rientrando in casa, è bene asciugargli con un asciugamano le zampe e la pancia.
  15. Prima di entrare in una casa o in un negozio, ci si pulisce sempre i piedi, per evitare di sporcare il pavimento.

Sotto la pioggia

Foto dal web



Argomenti correlati:

 


RECENSIONI
I migliori libri di galateo e le guide più autorevoli al matrimonio, consigliati da Maison Galateo.

Le recensioni di Maison Galateo


IN PRIMO PIANO
recensione_abito_da_sposa   recensione_matrimonio_da_sogno   recensione_abito_dei_sogni   recensione_il_tovagliolo_va_a_sinistra   


 Da ricordare
Al bar
Nell'atto di consumare il caffè, se ci si allontana dal bancone, la tazzina deve essere tenuta appoggiata sul piattino, esattamente come per il caffè preso in casa.

 Non si fa
Il comportamento a tavola
Non distendere le gambe, per non disturbare il commensale che si trova di fronte.