Galateo e prestiti

Galateo e prestiti

I prestiti di oggetti e denaro: l’opinione del galateo.

Il prestito, salvo rari casi, non è una pratica molto amata dal galateo, dal momento che quest’ultimo attribuisce un peso molto rilevante all’indipendenza personale e all’autosufficienza.

Il galateo, del resto, invita sempre a non mettere a disagio se stessi e le altre persone e una richiesta di prestito, quasi sempre, è fonte di imbarazzo, sia per il richiedente che per la persona a cui viene rivolta.

Esistono, tuttavia, situazioni in cui prestare qualcosa genera gioia e piacere: pensiamo, ad esempio, alla bellezza di condividere un bel libro che ci ha entusiasmato, oppure un CD, per discuterne insieme le emozioni provate durante la lettura o l’ascolto.

Come comportarci, dunque, quando ci viene prestato un oggetto?

  • Averne massima cura: non essendo di nostra proprietà, dobbiamo restituirlo nelle stesse condizioni in cui lo abbiamo ricevuto.
  • Restituirlo il prima possibile: tenere troppo a  lungo un oggetto prestato, equivale a considerarlo nostro (e questo è un atteggiamento estremamente scorretto).
  • Dimostrare gratitudine per il pensiero: con un biglietto scritto a mano, ad esempio, o un fiore, che accompagnino l’oggetto restituito; il ringraziamento verbale, in ogni caso, è sempre obbligatorio.

Ci possono essere, poi, le classiche situazioni di emergenza, in cui ci si trova a chiedere in prestito al vicino di casa lo zucchero, il sale o altri generi alimentari: in questo caso il prodotto dovrà essere restituito il prima possibile, in quantitativo uguale o superiore e dovrà essere dello stesso tipo (e, possibilmente, marca).

Una trattazione a parte richiede invece il denaro, che non dovrebbe mai essere prestato, a meno che tra le persone non sussista un legame di stretta e reciproca fiducia. Spesso, infatti, chi chiede denaro è in difficoltà economiche e non è in grado di restituirlo in tempi brevi: potrebbero, dunque, rompersi legami e nascere problemi e disaccordi. Se si ha disponibilità per aiutare qualcuno, piuttosto, è sempre meglio donare quello che si può e dimenticarsi del bel gesto una volta per tutte, non pensandoci più.

Mariarita.

Galateo e prestiti

Foto dal web

 


 Da ricordare
Come apparecchiare
Sopra il piatto vengono poste le posate per il dolce e la frutta e i manici delle posate dovranno essere rivolti verso la mano destinata ad utilizzarle: destra per il coltello e il cucchiaio, sinistra per la forchetta. Se è presente il coltello, dovrà occupare la posizione più vicina al piatto ed avere la lama rivolta verso il bordo. Le posate per la frutta devono occupare la posizione più vicina al piatto, quelle da dessert completano in alto la preparazione.

 Non si fa
Luoghi di culto
Non commentare a voce alta i quadri alle pareti o le opere d’arte esposte.