Gioielli, eleganza e sobrietà

Gioielli, eleganza e sobrietà

Gioielli, eleganza e sobrietà.

Uno dei concetti di base del galateo, come abbiamo più volte ribadito, è la sobrietà, sinonimo di eleganza; il galateo, pertanto, consiglia alle signore di non indossare mai troppi gioielli contemporaneamente, suggerendone come numero massimo due.

In base a questa regola, le parure complete (collana, orecchini, bracciale, spilla e anello) o le demi-parure (ad esempio collana, orecchini, spilla) non dovrebbero mai essere indossate, soluzione che potrebbe sembrare eccessiva, visto che spesso fanno parte dei gioielli di famiglia oppure rappresentano regali dal forte valore affettivo.

Diciamo che, da questo punto di vista, la semplicità è sempre la parola d’ordine in fatto di gioielli: nel caso delle parure e delle demi-parure rimane, dunque, valido il suggerimento di non indossare tutti i pezzi contemporaneamente (soprattutto per quanto riguarda le spose).

Non va dimenticato, tuttavia, che i gioielli sono anche uno degli elementi più importanti per caratterizzare lo stile di una donna, stile che viene esaltato soltanto se la donna si trova bene con se stessa.

Se un gioiello ha un forte valore affettivo, oppure rappresenta una specie di portafortuna dal valore protettivo e calmante, allora non c’è nessun motivo di non indossarlo: ricordiamo sempre, infatti, che il fascino di una donna dipende, in gran parte, dal suo stato d’animo e dalla sua sicurezza di sé.

Come comportarsi, dunque, davanti allo specchio ? La cosa migliore è di indossare tutti i gioielli desiderati, quelli che si vorrebbe con sé in quel particolare momento o in quella serata importante, e successivamente scartare quelli a cui si è disposti a rinunciare (scegliendo di tenere, preferibilmente, gli elementi che hanno la capacità di illuminare la propria figura senza risultare eccessivi).

E se alla fine rimane qualche gioiello in più rispetto a quelli consigliati dal galateo? Nessun problema: ciò che conta è sempre, e soprattutto, esprimere se stesse.

Mariarita.

Gioielli, eleganza e sobrietà

Foto dal web

 


 Da ricordare
Come apparecchiare
Sopra il piatto vengono poste le posate per il dolce e la frutta e i manici delle posate dovranno essere rivolti verso la mano destinata ad utilizzarle: destra per il coltello e il cucchiaio, sinistra per la forchetta. Se è presente il coltello, dovrà occupare la posizione più vicina al piatto ed avere la lama rivolta verso il bordo. Le posate per la frutta devono occupare la posizione più vicina al piatto, quelle da dessert completano in alto la preparazione.

 Non si fa
Luoghi di culto
Non commentare a voce alta i quadri alle pareti o le opere d’arte esposte.