Il galateo delle precedenze

Il galateo delle precedenze

Il galateo delle precedenze.

L’articolo di oggi descriverà quello che, secondo il bon ton, si definisce galateo delle precedenze.

Il galateo delle precedenze stabilisce, in base a criteri di funzionalità, di buona educazione e di galanteria, le modalità più corrette con cui le persone dovrebbero entrare, ed uscire, dai locali o dai mezzi pubblici.

Nei negozi, nei bar e nei ristoranti escono sempre per prime le persone all’interno, successivamente entrano le altre; la stessa cosa vale per i mezzi pubblici.

Le eccezioni alla regola sono le seguenti:

  • In caso di maltempo e di pioggia a dirotto, entrano per prime le persone all’esterno.
  • Se un uomo deve uscire e una signora deve entrare, entra per prima la signora.
  • Le persone anziane, quelle con un grave impedimento, le donne incinte e le mamme, con un bimbo in braccio, hanno sempre la precedenza ad entrare.

Nel caso di una coppia che deve fare ingresso in un negozio, in un luogo pubblico o in un ristorante, entra sempre per primo l’uomo e tiene aperta la porta alla signora. In fase di uscita, invece, l’uomo cede il passo alla donna. Questa abitudine è un retaggio dell’antichità, in cui i locali pubblici (osterie, taverne) erano mal frequentati. Questa accortezza è particolarmente valida nei ristoranti o nei locali sconosciuti.

Ricordiamo, infine, che le persone anziane hanno sempre la precedenza su quelle più giovani.

Mariarita.

Il galateo delle precedenze

Foto dal web

 


 Da ricordare
Inizio di un evento
Il padrone di casa (può essere sostituito da un amico intimo della padrona, se single) apre la porta e riceve gli ospiti, aiutandoli a spogliarsi dei soprabiti e cappotti che vengono riposti nell’armadio o sul letto. Il momento dell'accoglienza è fondamentale perché, nelle relazioni sociali, la prima impressione è quella che conta: anche la scelta della musica dovrà essere fatta con cura. Il padrone di casa interviene anche in presenza di un cameriere.

 Non si fa
Affrontare una separazione
Non usare la parola "ex" da sola; il galateo ammette i termini "ex-marito" ed "ex-moglie", anche se la forma più elegante è chiamare il precedente coniuge per nome.