Le feste dei bambini

Come organizzare i compleanni e le feste dei bambini

L’errore più comune che si commette, organizzando una festa per bambini, è di concentrare tutta l’attenzione sugli aspetti che riguardano il divertimento e l’animazione, tenendo in secondo piano elementi importantissimi, quali l’interazione con i genitori, i vicini di casa e le esigenze del singolo bambino. Vediamo dunque alcune regole fondamentali da seguire, per realizzare, nel migliore dei modi, questo evento.

  1. E’ obbligatorio, in primo luogo, avvisare i vicini dell’evento: i bambini, si sa, possono arrecare disturbo con la loro vivacità.
  2.   L’invito, che va rivolto alle singole madri, deve contenere ogni minimo dettaglio: indirizzo del luogo dove si svolgerà la festa, orario d’inizio e di fine, modalità di arrivo e di recupero dei bambini. In questa occasione, è molto importante informarsi su eventuali intolleranze alimentari dei piccoli invitati.
  3.   I genitori degli invitati sono altresì tenuti a contattarsi a vicenda, per organizzare il trasporto dei bambini.
  4. E’ permesso chiedere alla maestra di dare meno compiti per il giorno dopo, una piccola attenzione che lei sarà tenuta, se possibile, a soddisfare.
  5. Durante la scelta  degli eventuali intrattenimenti, è sempre buona norma optare per dei giochi che permettano a tutti i bambini di divertirsi allo stesso modo, senza creare discriminazioni o imbarazzi; le attività, inoltre, dovrebbero impedire che i piccoli si sporchino eccessivamente. Evitare infine di assegnare dei premi ai vincitori, preferendo un ricordo semplice e poco costoso, da regalare a tutti gli invitati.
  6.  I cibi, che dovranno rispettare eventuali intolleranze alimentari degli invitati, dovranno essere semplici da mangiare, per evitare che i bambini si sentano in imbarazzo e si sporchino i vestiti.
  7. Quando i genitori vengono a riprendere i bambini, è d’obbligo invitarli per un caffè o per l’assaggio di un pezzo di torta.
  8. E’ sempre consigliabile spostare i mobili e rimuovere gli oggetti più fragili, per permettere ai bambini di avere spazio a disposizione e libertà di movimento.
  9. E’ obbligatoria la presenza di almeno un adulto alla festa, per sorvegliare i bambini e fornire loro assistenza in caso di imprevisti.
  10. Se qualche piccolo invitato non può partecipare alla festa, per problemi di salute o altri imprevisti, è sempre cosa molto gradita che il festeggiato gli faccia una breve telefonata, per non farlo sentire escluso.

Le feste dei bambini

Foto dal web



Argomenti correlati:

 


RECENSIONI
I migliori libri di galateo e le guide più autorevoli al matrimonio, consigliati da Maison Galateo.

Le recensioni di Maison Galateo


IN PRIMO PIANO
recensione_abito_da_sposa   recensione_matrimonio_da_sogno   recensione_abito_dei_sogni   recensione_il_tovagliolo_va_a_sinistra   


 Da ricordare
Inizio di un evento
Il padrone di casa (può essere sostituito da un amico intimo della padrona, se single) apre la porta e riceve gli ospiti, aiutandoli a spogliarsi dei soprabiti e cappotti che vengono riposti nell’armadio o sul letto. Il momento dell'accoglienza è fondamentale perché, nelle relazioni sociali, la prima impressione è quella che conta: anche la scelta della musica dovrà essere fatta con cura. Il padrone di casa interviene anche in presenza di un cameriere.

 Non si fa
Affrontare una separazione
Non usare la parola "ex" da sola; il galateo ammette i termini "ex-marito" ed "ex-moglie", anche se la forma più elegante è chiamare il precedente coniuge per nome.