Personal branding e galateo

Il galateo, uno strumento importantissimo nella costruzione del nostro brand personale.

Perché il personal branding è strettamente legato al galateo?

La spiegazione nasce dal fatto che questa disciplina non mira a sviluppare delle strategie che permettano di vendere a tutti i costi le nostre capacità, indipendentemente dalla loro qualità, bensì a renderci desiderabili attraverso:

  • La miglior valorizzazione possibile delle nostre reali capacità e competenze.
  • Il mantenimento di una costante buona reputazione.

Tra le principali modalità di valorizzazione di noi stessi ci sono sicuramente la nostra immagine, il nostro modo di comunicare in modo verbale e non verbale, il nostro comportamento in pubblico e sul posto di lavoro: tutte queste componenti, ampiamente trattate dal galateo, contribuiscono in modo determinante a costruire la nostra buona reputazione.

Teniamo conto del fatto che, inoltre, la nostra reputazione non è più soggetta solo a “periodici controlli”, come avveniva fino a qualche anno fa, ma è continuamente messa sotto esame dalle moderne tecniche di organizzazione del lavoro (pensiamo alle metodologie agili, sempre più utilizzate, che strutturano il lavoro in team, intensificando l’uso di riunioni quotidiane e ampliando in modo esponenziale l’interazione tra i membri) e dagli strumenti social (come @workplace) ormai di uso quotidiano anche nelle aziende (dove diventa fondamentale la conoscenza della netiquette).

Insomma, se fino a qualche anno fa era possibile lavorare nascondendosi dietro una scrivania e vivere in modo soddisfacente, ora non lo è più: il trend ascendente attuale è quello fortemente sociale (social  dal punto di vista tecnologico) e, come la borsa insegna, il modo più sicuro di avere successo è proprio quello di cavalcarlo, non di certo quello di operare in controtendenza.

Dedicare tempo ad apprendere le regole del galateo e, cosa più importante, ad abituarsi a metterle in pratica quotidianamente, non è dunque soltanto un gesto di profondo amore per l’educazione e per la cultura ma anche, e soprattutto, un grande investimento su se stessi e sulle proprie capacità.

Personal branding e galateo

Foto dal web



Argomenti correlati:

 


RECENSIONI
I migliori libri di galateo e le guide più autorevoli al matrimonio, consigliati da Maison Galateo.

Le recensioni di Maison Galateo


IN PRIMO PIANO
recensione_abito_da_sposa   recensione_matrimonio_da_sogno   recensione_abito_dei_sogni   recensione_il_tovagliolo_va_a_sinistra   


 Da ricordare
Inizio di un evento
Il padrone di casa (può essere sostituito da un amico intimo della padrona, se single) apre la porta e riceve gli ospiti, aiutandoli a spogliarsi dei soprabiti e cappotti che vengono riposti nell’armadio o sul letto. Il momento dell'accoglienza è fondamentale perché, nelle relazioni sociali, la prima impressione è quella che conta: anche la scelta della musica dovrà essere fatta con cura. Il padrone di casa interviene anche in presenza di un cameriere.

 Non si fa
Affrontare una separazione
Non usare la parola "ex" da sola; il galateo ammette i termini "ex-marito" ed "ex-moglie", anche se la forma più elegante è chiamare il precedente coniuge per nome.