Titoli professionali e onorifici

Come rivolgersi ai membri delle categorie speciali.

  1. Titoli professionali
    Al professionista ci si rivolge sempre  con

    [Titolo + Cognome]

    Nelle lettere si usano i termini abbreviati

    • Dott.    per i medici.
    • Dr.        per tutti gli altri tipi di laurea.

    Il titolo professionale va usato sempre al maschile, anche se riferito ad una donna: fanno eccezione dottoressa e professoressa.

    La donna, al di fuori dell’ambito lavorativo, perde il proprio titolo professionale e ci si riferisce ad essa come signora; l’uomo, invece, continua a conservare il titolo.

    Il professionista, nel suo studio, si trova in una posizione di vertice gerarchico e può decidere se rivolgersi al cliente dandogli del tu o del lei.

  2. Titoli onorifici
    • Ai Deputati e ai Senatori si dà il titolo di Onorevoli, anche se sono scaduti dalla loro carica.
    • A Sindaco, Ministro e Presidente si antepone Signor.
  3. Palazzo Reale
    • A Re e Regine ci si rivolge con Vostra Altezza e Vostra Altezza Reale.
    • A un Principe con Altezza Reale.
    • A un Principe Sovrano con  Altezza Serenissima.
  4. Università
    • A  Rettore si antepone Magnifico.
    • A una persona laureata si antepone Dottor.
    • A un Professore ci si rivolge anteponendo al cognome Professor (Chiarissimo Professore sulla Tesi di Laurea).
  5. Chiesa
    • Al Papa ci si rivolge con Sua Santità.
    • A un cardinale con Eminenza.
    • Al parroco con Signor Parroco.
    • A un frate con Padre.
    • A un ecclesiastico in generale con Reverendo o Padre.
    • A una suora con Sorella.
    • A un rabbino con Dottor.
Dal galateo del matrimonio
Per le comunicazioni private, nella compilazione dell’indirizzo del destinatario, sono vietati, dal galateo, i titoli di studio, quelli nobiliari, onorifici o professionali; dovranno essere omessi, pertanto, sulla busta degli annunci o delle partecipazioni. Si possono, tuttavia, mantenere, eccezionalmente, titoli onorifici e gradi militari.

Titoli professionali e onorifici

Foto dal web



Argomenti correlati:

 


RECENSIONI
I migliori libri di galateo e le guide più autorevoli al matrimonio, consigliati da Maison Galateo.

Le recensioni di Maison Galateo


IN PRIMO PIANO
recensione_abito_da_sposa   recensione_matrimonio_da_sogno   recensione_abito_dei_sogni   recensione_il_tovagliolo_va_a_sinistra   


 Da ricordare
Inizio di un evento
Il padrone di casa (può essere sostituito da un amico intimo della padrona, se single) apre la porta e riceve gli ospiti, aiutandoli a spogliarsi dei soprabiti e cappotti che vengono riposti nell’armadio o sul letto. Il momento dell'accoglienza è fondamentale perché, nelle relazioni sociali, la prima impressione è quella che conta: anche la scelta della musica dovrà essere fatta con cura. Il padrone di casa interviene anche in presenza di un cameriere.

 Non si fa
Affrontare una separazione
Non usare la parola "ex" da sola; il galateo ammette i termini "ex-marito" ed "ex-moglie", anche se la forma più elegante è chiamare il precedente coniuge per nome.